Oggi viaggiamo verso le montagne dell’Asia meridionale per incontrare alcune delle persone più
felici del pianeta.

Il Bhutan è l’unico paese al mondo la cui religione ufficiale è il buddismo tantrico.
Pertanto, l’obiettivo principale del governo è la ricerca della felicità di ogni cittadino sancito
dall’articolo 9 della Costituzione.
Nel 2008 è stata istituita una Commissione nazionale per la felicità nazionale, guidata dal Primo Ministro.
La domanda “Sei felice?” Viene posta durante i censimenti. Nell’ultimo censimento del 2005, il 45,2% della popolazione ha risposto a questa domanda con “molto felice”, il 51,6% con “felice” e solo il 3,3% con “non molto felice”.
È interessante notare che il concetto comune di “prodotto interno lordo” in Bhutan è stato sostituito da un indicatore più pertinente: “felicità nazionale lorda”. Il Bhutan è l’unico paese al mondo ad avere un Ministero della Felicità, quindi è una pietra miliare della politica nazionale.
Questo è un paese davvero unico senza fame e criminalità, dove le persone vivono di gioia senza sapere cosa siano la guerra e la povertà.

Buthan

Gli stessi bhutanesi, a differenza di altri paesi della regione, sono di larghe vedute, ospitali e mantengono la loro cultura unica.
In Bhutan, nessuno ha il diritto di uccidere gli animali: la caccia è vietata, quindi quasi tutti sono vegetariani. Le importazioni di fertilizzanti chimici sono vietate qui, quindi tutto ciò che cresce su questa terra è ecologico. Un’altra caratteristica interessante dello stato è che le foreste del Bhutan non sono disboscate e al contrario, sono solo rimboscate. Si può dire che questo è il lato del buddismo, della purezza e dell’illuminazione.
Il regno produce interamente il cibo e l’abbigliamento di cui ha bisogno. E tutti i suoi abitanti vanno al costume nazionale – kho.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here