All’inizio di agosto 2019, l’organizzazione non governativa Give Power ha condotto il suo primo test per convertire l’acqua dell’oceano in acqua potabile utilizzando l’energia solare.

È successo a Kiunga, una piccola città del Kenya e ha già migliorato la vita della gente del posto.
L’organizzazione non ha intenzione di fermarsi qui e vuole usare la tecnologia in altre parti del mondo. Le due pompe dell’acqua dell’impianto sono riuscite a fornire acqua potabile a 25.000 persone. Sebbene si pensi che 1/3 della popolazione mondiale non abbia accesso all’acqua potabile, il problema è ancora più grave in alcune regioni, specialmente nell’Africa sub-sahariana.
Ecco perché la regione del Kenya è stata scelta per installare il primo sistema solare centrale per trasformare l’acqua dell’Oceano Indiano in acqua potabile pulita. Il processo di dissalazione,che è cruciale per trasformare l’acqua in acqua potabile, richiede molta energia e quindi è costoso. Pertanto, l’uso dell’energia solare può essere un’ottima soluzione a lungo termine.
Il cosiddetto “parco acquatico solare” a Kiunga genera energia solare mediante pannelli solari. Sono in grado di produrre 50 kilowatt di energia e una capacità di 2 pompe per l’acqua.
L’innovazione ha il potenziale per fornire acqua potabile a 35.000 persone,24 ore al giorno. Prima dell’introduzione di questa tecnologia, le persone dovevano viaggiare per più di un’ora solo per ottenere acqua potabile per se stessi e le loro famiglie. E poiché ogni goccia di acqua dolce era così preziosa per loro,di solito lavano i loro vestiti in acqua salata,il che è molto sfavorevole alla pelle. I risultati stimati indicano che entro il 2025,metà della popolazione mondiale vivrà in aree scarse d’acqua. Il riutilizzo delle acque reflue per il recupero di nutrienti o energia sta diventando una strategia centrale. Lo stesso vale per il trattamento dell’acqua salata. Solo il 2,5% dell’acqua del pianeta è dolce, un numero che diminuisce con l’effetto del riscaldamento globale su ghiacciai e iceberg.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here